lunedì 10 dicembre 2012

Torta russa

Questa è stata in assoluto la prima torta che ho cucinato. Sarà per questo che la considero una torta vintage!!
Ieri il maritino me l'ha richiesta e così l'ho rispolverata.
Mi ricorda quando ero un'impiegatina, oltre che cuoca, alle prime armi e andavo a casa delle mie colleghe ad insegnargli a fare la torta russa.
Perchè si chiami russa non lo so, e non so neanche perchè ci sia gente che la considera una torta tipica veronese. L'avevo letto in più di un posto. Io, da veronese, l'ho sempre vista, ma considerarla una tipicità proprio non credo sia esatto. Boh!!
Comunque:
ingr.:
Un rotolo di pasta sfoglia (allora si trovava solo il panetto da tirare con il matterello)
3 uova
100 gr. di zucchero
100 gr. di farina
150 gr. di burro fuso
200 gr. di amaretti polverizzati
150 gr. di mandorle con la buccia tritate
qualche goccia di olio essenziale di mandorla (allora solo fialetta)
1/2 bustina di lievito
sale

Montare le uova con lo zucchero, ed aggiungere tutti gli altri ingredienti, delicatamente.
Foderare con la sfoglia uno stampo apribile da 24 cm.; riempire con il composto preparato, sistemare i bordi della sfoglia sul ripieno e cuocere in forno a 180° per circa 40/45 minuti.
Tutti qui.
Essendo la prima torta non poteva essere difficile, naturalmente!!!

5 commenti:

  1. Allora questa riesco anch'io a farla...;)

    RispondiElimina
  2. ma sai che dev'essere proprio buona?!?! Grazie della ricetta

    RispondiElimina
  3. Ancora complimentiiiiiii....se ti fa piacere passa dal mio blog che c'è un pensierino per te....
    Complimenti!!!!
    Un abbracciotto

    RispondiElimina