lunedì 14 luglio 2014

Torta salata di pomodori e zucchine




In genere d'estate si è sempre riluttanti ad accendere il forno, per non aggiungere ulteriore calore alla casa. Io oggi, a metà luglio, ho fatto questa torta proprio per accendere il forno e scaldarmi un po'.
Finora l'estate si fa proprio desiderare!!
L'ho trovata nel mio raccoglitore di ritagli di giornale e non so la provenienza.
E' stata la nostra cena.
Ingr. per uno stampo a cerniera da 22 cm. di diametro.
5/6 fette di pane pugliese
4 uova
100 gr. di panna
500 gr. di zucchine grattugiate
30 gr. di emmenthaler
70 gr. di parmigiano grattugiato
2 pomodori ramati
pangrattato
erbe aromatiche fresche
sale e pepe.
In una ciotola sbattere due uova ed aggiungere la panna. Affettare il pane. Bagnare le fette nel composto di panna e uova e rivestire la tortiera rivestita precedentemente di carta forno.
Mettere in forno a 200° per 7 minuti.
Saltare in padella le zucchine con un filo di olio, tenendole croccanti. Farle raffreddare.
Sbattete le altre due uova, aggiungetele alle zucchine insieme ai formaggi grattugiati. Mescolate bene e regolate di sale e pepe.
Togliete dal forno il guscio di pane e versate il composto di zucchine. Livellate bene.
In una ciotola mettete il pangrattato e mescolatelo con le erbe aromatiche (timo, origano, basilico....) Tagliate a fette di mezzo cm. i pomodori e passatele nel pangrattato. Disponetele sulla superficie della torta, sopra il composto di zucchine e rimettete in forno a 180° per 50 minuti circa.


domenica 13 luglio 2014

Mousse al cioccolato cruda e cotta.




Sembra che questo dolce girasse già anni fa in rete, ma io non mi ci ero mai imbattuta.
Molto buono e di una velocità estrema.
Io l'ho fatta in uno stampo da 22 cm.
Ing.:
6 uova
150 gr. di zucchero
200 gr. di panna fresca
300 gr. di cioccolato fondente
100 gr. di burro
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato tritato con il burro. Fate raffreddare.
Montate i tuorli con lo zucchero. Aggiungete delicatamente il composto di cioccolato e burro ormai freddi.
Montate a neve ferma gli albumi ed aggiungete anche questi all'impasto.
Versate metà dell'impasto in una teglia da forno o una pirofila e cuocete a 180° per 15/20 minuti.
Fate raffreddare e, nel frattempo, montate la panna. Aggiungetela al composto rimasto e versate il tutto sulla parte cotta. Livellate bene e mettete in frigo. Meglio se fatta il giorno prima di esere consumata.


giovedì 10 luglio 2014

Pesto di melanzane

Un'altra buonissima ricettina del Maestro di Cucina Gianfranco Allari.
E' buono con la pasta, con la carne bianca, con il pesce, da solo sulle bruschette.

Ingr.:
1 melanzana tonda grossa
succo di un limone (anche meno, per i miei gusti)
60 gr. olive taggiasche (io avevo del patè di olive da finire ed ho usato quello)
60 gr. di pomodori secchi
40 gr. di pecorino
origano
sale e pepe
olio extravergine d'oliva.
Sbucciare la melanzana, tagliarla a fette e grigliarla.
Una volta grigliate tritarle a coltello, insieme ai pomodori secchi e le olive.
Metterle in una ciotola, aggiungere il succo di limone, il pecorino grattugiato e l'olio q.b.
Assaggiare ed aggiustare di sale e pepe. Profumare con l'origano e far riposare un paio d'ore prima di usarlo.

domenica 6 luglio 2014

Crostata ai lamponi e panna cotta


Questa crostata mi è piaciuta moltissimo. Molto fresca, perfetta per le calde giornate estive, se è vero che finalmente sono arrivate.
Ingr. per una torta quadrata da 24 cm.:
300 gr. di pasta frolla
100 gr. di confettura di lamponi

per la panna cotta:
(questa dose è abbondante, ma non vale la pena farne meno. Al limite versatela in ciotoline monoporzione. Non credo che andrà buttata!) 
300 gr. di panna fresca
200 gr. di latte
90 gr. di zucchero
6 gr. di gelatina
125 gr. di panna montata
1 bacca di vaniglia 

350/400 gr. di lamponi freschi (io ho usato 3 vaschette da 100 gr. ma per riempire bene ne sarebbero serviti di più)
granella di pistacchi

Stendere la frolla e foderare una teglia quadrata (o tonda) di 24 cm.. (i bordi della mia in cottura si sono abbassati molto, per cui cercate di farli così ci starà più panna cotta). Cuoerla in forno a 180° per circa 20 minuti. Sfornatela e fatela raffreddare.
Per la panna cotta portare a bollore la panna con il latte, lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia. Reidratare la gelatina, strizzarla e scioglierla nella panna calda.Raffreddarla finchè non arriva a 25° quindi aggiungere la panna montata.
Velare il fondo di pasta frolla con la confettura di lamponi, poi riempire il guscio con la panna cotta. Mettere 10 minuti in freezer per far rassodare un po' la panna cotta, poi toglierla e ricoprire tutta la superficie con i lamponi (io li ho prima lucidati un po' con gelatina neutra a freddo).
Decorare, a piacere, i bordi con un po' di granella di pistacchi e pezzettini di foglia oro.


giovedì 3 luglio 2014

Melanzane ripiene alla calabrese


Così me l'hanno venduta! Se i calabresi non fossero d'accordo, sono qui pronta ad inginocchiarmi sui ceci.
Io le melanzane le mangerei 12 mesi all'anno, se ci fossero sempre e buone.

Ing.:
3 melanzane tonde medio/piccole
1 piccola cipolla 
2 cucchiai di capperini
3 filetti di acciuga sott'olio
15 pomodorini ciliegino o datterino circa
70 gr. di pecorino grattugiato
basilico
olio, sale.
 Tagliare a metà le melanzane, estrarre la polpa, salarle leggermente e disporle capovolte su una teglia per farle spurgare (io uso prevalentemente melanzane dell'orto e questa operazione non la faccio mai).
Tritare sottilmente la cipolla e farla soffriggere dolcemente in un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva. Aggiungere i capperi e le acciughe e proseguire la cottura finchè le acciughe non si saranno disfatte. A questo punto aggiungere la polpa delle melanzane in piccoli pezzi ed i pomodorini tagliati in quattro. Regolare eventualmente di sale (attenzione perchè ci sono le acciughe e poi si aggiungerà il pecorino). Cuocere a fuoco vivace per 10 minuti e spegnere. Aggiungere il pecorino e qualche foglia di basilico spezzettata.
Riempire con il composto le mezze melanzane. Spolverare con altro pecorino e cuocere in forno caldo a 170° per 25/30 minuti.

lunedì 30 giugno 2014

Polpettone di pollo, limone e basilico



Questa ricetta è diventata un classico, d'estate, a casa mia.
La ricetta è di NumberOne, di Coquinaria.
Ho pensato di condividerla, per chi ancora non la conoscesse. E' buona in tutti i modi: calda, tiepida e anche fredda.
Ingr.:
400 gr. di petto di pollo
100 gr. di mortadella
2 uova
un bel mazzo mazzetto di basilico
70 gr. di parmigiano grattugiato
latte
succo di 1 limone
sale e pepe.

Macinare la carne di pollo e la mortadella in un tritacarne. Unire le uova, il parmigiano, il basilico tritato e il sale.
Dare la forma del polpettone aiutandosi con la carta forno (l'impasto dovrà risultare molto morbido).
Rosolare in padella con un filo di olio. Io lo avvolgo nella carta forno, chiudo bene i bordi laterali e rosolo dentro la carta in una padella calda, a secco.
Una volta rosolato, trasferirlo nella pentola a pressione con olio, sale (o un dado) e latte fino a metà altezza del polpettone.
Cuocere per 10 minuti dal fischio.
Una volta cotto, togliere il polpettone dalla pentola, aggiungere il limone e frullare con il minipimer il sughetto.
Qualora il sugo fosse troppo liquido addensare con un po' di amido di mais e burro.
Affettare il polpettone ed irrorare con il sugo.
Provatelo: è buonissimo!

lunedì 23 giugno 2014

Mousse lamponi e mango


Buona e fresca e ..... niente fuoco!!

Ingr. per un quadro da 25 cm.
per la base:
300 gr. di biscotti Digestive
120 gr. di burro sciolto e freddo

per la mousse ai lamponi:
250 gr. di purea di lamponi (lamponi frullati e passati al setaccio)
125 gr. di meringa italiana
250 gr. di panna semimontata
10 gr. di gelatina alimentare

per la mousse al mango:
250 gr. di purea di mango (mango fresco maturo frullato e passato al setaccio)
125 gr. di meringa italiana
250 gr. di panna semimontata
10 gr. di gelatina alimentare

Frullare i biscotti. Aggiungere il burro sciolto e versare nel quadro. Livellare bene e mettere in frigo.
Idratare la gelatina e scioglierla sul fuoco con due cucchiai di polpa di lamponi. Aggiungere al resto della purea. Aggiungere delicaamente la meringa italiana e poi la panna semimontata.
Versare nel quadro e mettere a raffreddare.
Fare la stessa cosa con gli ingredienti della mousse di mango e versarla nel quadro una volta che quella ai lamponi si sarà solidificata.
Una volta fredda togliere il quadro d'acciaio e decorare con frutta fresca.